Diritto immobiliare

PRIMA DI ACQUISTARE, I CONTOLLI DA FARE PRIMA DEL COMPROMESSO

Hai trovato la casa che ti piace? Vuoi effettuare una proposta?

 

Ti indichiamo di seguito una lista delle cose importanti da controllare e, se non è possibile farlo prima, gli aspetti a cui subordinare l’efficacia della proposta di acquisto.

Planimetria Catastale:

verificare che la planimetria catastale della casa corrisponda allo stato di fatto, cioè non ci devono essere differenze fra quello che vedi e quello che è stato presentato all’Agenzia delle Entrate.

Visura Catastale:

bisogna verificare che il nome del proprietario che trovi sulla visura catastale sia uguale a quello che trovi sul contratto con cui il proprietario di casa ha comprato.

Conformità urbanistica:

il Catasto Italiano è stato creato solo per scopi fiscali e non è probatorio, cioè non garantisce che quello che trovi nella planimetria catastale sia uguale a quello che è stato autorizzato dal Comune.
È importantissimo incaricare un Geometra che vada in Comune ad esaminare i progetti della casa e poi vada in casa a fare un sopralluogo per verificare che non ci siano problemi.

A partire dal 01/09/2017 chi compra casa sarà ulteriormente garantito dal certificato di conformità catastale ed urbanistica redatto da un tecnico abilitato.

Atto di provenienza:

è il documento con cui il venditore è diventato proprietario della casa, I più comuni atti di provenienza sono: atto di compravendita, successione o testamento, donazione.
L’atto di provenienza è l’unico documento che prova la proprietà della casa.

Visura Ipotecaria:

è un documento rilasciato dalla Conservatoria dei registri immobiliari con cui puoi scoprire se ci sono ipoteche o altri vincoli.

 

Spese di condominio:

anche in questo caso è bene sapere se il venditore è in regola con i pagamenti delle
spese condominiali e se sono state decise, o sono in corso di decisione, spese particolari; anche in questo caso se ne terrà conto in fase di offerta. In sede di rogito dovrà essere rilasciata apposita liberatoria dell’amministratore che certifichi il pagamento totale delle spese di condominio a tale data.

 

La Dichiarazione di conformità degli impianti: non è obbligatorio che ci sia, pensiamo per esempio ad una casa da ristrutturare in cui gli impianti non saranno certo conformi, è importante però verificare se impianti sono a norma perché eventualmente ne terremo conto in fase di trattativa per decidere il prezzo da offrire.

 

Per conoscere la situazione della tua casa puoi contattare senza impegno uno dei nostri consulenti immobiliari per verificare la commerciabilità della tua casa con rilascio di apposito libretto dell’immobile.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.